Monthly Archives: October 2011

Switching to standing desk

After a lot of thinking I finally decided to switch to a standing desk at work. I know, a lot of you are thinking “Why the hell do you want to stand all day? Aren’t you tired enough just by working?”, and my pal at office made this face O_o when I told him about my idea, but trust me it’s actually better than looks ;)

Old Desk

Before

New Standing Desk

After

There are a lots of studies which have proven the overall gain in wellness given by standing at work, rather than sitting all day. I’m a System Administrator, an “IT Guy” so working at desk fills most of my daily working time, and even when I’m at home maybe I relax myself watching some movies or playing some videogames, or reading…always sitting. And that’s actually bad. And don’t forget that I practice Parkour, I train myself and I’m an active person, not to mention my whohoo-I-live-on-the-4th-floor-without-elevator flat. But well it’s all meaningless if I spent 40 hours for week sitting during working hours, as described in this beautiful infographic (tnx Folletto), so I decided to try out this new way of working. To be honest, I’ve been thinking about it for a long time now, but the main reason which gave me the final push towards this has been a groin strain. And the sad fact is that it was caused most likely by sitting too much, because I recall sitting a lot that week because of work, and it just poped out at the end of the week, after a normal training day without accidents of any sort.

So, as you can see I’ve been very lucky because my old desk had some elements to switch to a standing desk already in place, like the shelf over the monitor (Say hello to Wall-E!), and to transform my workstation I just added a Faktum 30x70cm kitchen forniture. It’s the second day I’m working with this setup and I feel very comfortable, I take rest sometimes, more or less every two hours (half morning, lunch time, half afternoon) but to be honest I was afraid of feeling a lot of pain on my feet at the beginning and I’m happy to be fine :)

Now, the last thing that is missing for my perfect setup is an anti fatigue mat, which is very hard to find here in Italy, and in Europe. While standing work is growing bigger in the U.S., here in Europe it’s not such a common practice and this type of mats aren’t used neither at home (while in the U.S. is easy to find anti fatigue mats in kitchens and bathrooms). To have a better understanding of anti fatigue mats just take a look here.
The best “match” I found so far it’s anti fatigue mats developed for industrial purposes, sold even in small pieces (100x60cms), but I’ll keep looking for a more “user friendly” type of mat. At the end it’s my health we’re speaking of, it’s better to choose wisely :)

So, in 1 month I’ll write an update with my thoughts and feeling about working in this new way, hoping to find a cool math in the meanwhile, so keep in touch ;)

 

——————-

 

Dopo averci pensato su a lungo ho finalmente deciso di passare ad una scrivania “in piedi” sul posto di lavoro. Lo so, molti di voi staranno pensando “Perchè diavolo vuoi stare tutto il giorno in piedi? Non ti basta la stanchezza del lavoro normale?”, e se per quello un mio collega in ufficio ha fatto questa faccia O_o quando gli ho parlato della cosa, ma credetemi che è meglio di quel che sembra ;)

Ci sono molti studi che hanno dimostrato il guadagno di salute che si ha nel lavorare in piedi, piuttosto che stare seduti tutto il giorno. Io sono un Amministratore di Sistema, un “Informatico”, per cui lavorare alla scrivania riempie la maggior parte della mia giornata lavorativa, e anche quando sono a casa mi rilasso guardando un film, giocando a qualche videogames, leggendo….sempre stando seduto. Ed è un male. E non dimentichiamo che pratico Parkour, mi alleno e sono una persona attiva, per non parlare del mio super whohoo-vivo-al-quarto-piano-senza-ascensore appartamento. Ma tutto ciò viene vanificato se sto 40 ore a settimana seduto durante l’orario lavorativo, come descritto in questa bellissima infografica (grazie Folletto), per cui ho deciso di provare questo nuovo modo di lavorare. Ad essere sinceri ci stavo pensando da un po’ di tempo, ma ciò che mi ha dato l’ultima spinta verso questo approcio è stato uno stiramento inguinale. E la cosa triste è che probabilmente è stato proprio il fatto di star seduti a causarmelo, infatti mi è venuto fuori dopo una normale giornata di allenamento senza problemi di sorta, alla fine di una settimana in cui son stato tanto seduto per lavoro. In più è quasi 5 mesi che me lo tiro dietro senza riuscire a guarire del tutto, proprio per la posizione che tengo stando seduto che non fa bene a questi tipi di infortuni.

Comunque, come potete vedere sono stato abbastanza fortunato perchè la mia vecchia scrivania aveva già alcuni elementi per passarla facilmente in modalità “In piedi”, come la mensola sopra al monitor (Salutate Wall-E!), e per trasformare la mia postazione di lavoro è bastato aggiungere un Faktum 30x70cm, un pensile da cucina. Ora è il secondo giorno che sto lavorando con questa configurazione e sono molto comodo, ogni tanto mi riposo, più o meno ogni due ore (a metà mattina, in pausa pranzo e a metà pomeriggio) ma sinceramente ero preoccupato di avere dolori ai piedi all’inizio ed invece è tutto a posto :)

Ora l’ultima cosa che manca alla mia postazione ideale è un tappetino anti fatica, che è molto difficile da trovare in Italia, e in Europa. Mentre il lavoro in piedi sta prendendo piede negli Stati Uniti, qui in Europa non è ancora diffuso e questo tipo di tappetini non sono nemmeno usati in casa (mentre negli States è facile trovare tappetini anti fatica nelle cucine e nei lavanderie). Per capire meglio di cosa sto parlando date un occhio qui.
La cosa più vicina che ho trovato fin’ora è un tappeto sviluppato per scopi industriali, venduto anche in pezzi piccoli (100x60cm), ma continuerò a cercare per una versione più “User friendly”. Alla fine stiamo parlando della mia salute, è meglio scegliere con saggezza :)

Per concludere, tra un mese scriverò un aggiornamento con le mie riflessioni e sensazioni su questo nuovo modo di lavorare, sperando nel frattempo di trovare un bel tappetino, per cui passate da queste parti ;)

Thanks.

“Sometimes life hits you in the head with a brick. Don’t lose faith. I’m convinced that the only thing that kept me going was that I loved what I did. You’ve got to find what you love. And that is as true for your work as it is for your lovers. Your work is going to fill a large part of your life, and the only way to be truly satisfied is to do what you believe is great work. And the only way to do great work is to love what you do. If you haven’t found it yet, keep looking. Don’t settle. As with all matters of the heart, you’ll know when you find it. And, like any great relationship, it just gets better and better as the years roll on. So keep looking until you find it. Don’t settle.”

Steve Jobs – Commencement address to 2005 Stanford graduates

:)