Deuce

Allergia 1 – Parkour 1

E si conclude in parità la prima sfida tra Parkour e allergia della stagione. Non più impegnato da obblighi universitari ho infatti ripreso a saltellare in giro per la Bicocca nonostante la pollinosa giornata. Tralasciando il fatto che ero già distrutto dopo la fase di potenziamento (riprendere dopo 3 mesi fa male :P ), questa sessione primaverile mi ha fatto ricordare che saltare e rotolare fa venire il fiatone, e ciò significa respirare più merde pollinose del solito. In definitiva avvertivo disturbi alla respirazione in quei passaggi che comportavano restringimento della gabbia toracica, vedi rotolate e quadripedia nella fase di potenziamento. Vero anche che mi son messo a fare Parkour dalle 17.30 alle 20.30 e alla sera il fattore allergico viene fuori in tutta la sua potenza, ma in fin dei conti non posso lamentarmi.

Oggi invece di ripetere i soliti percorsi standard ho variato un po’, dandomi all’arrampicata e saltando più volte quei dannati gradini che mi avevano causato non pochi dolori ai tempi: la fase di ammortizzamento e rotolata ora mi viene decisamente meglio :)

Mi son spostato poi, dalla piazza centrale dell’ateneo, verso la zona segreteria, saltando un po’ su muri a caso, pali e arrampicandomi sul parcheggio davanti alla sede della Siemens, divertendo alcuni passanti :P

Dopo una perlustrazione tattica della zona della Deutsche Bank (ho fatto ciao ciao con la manina nelle telecamere di sicurezza, domenica prossima mi arrestano for sure lol ) ho deciso di arrampicarmi su uno dei gabbiotti presenti tra U3 e U4 spaventando 3 extracomunitari che stavano seduti poco in là gh :)

Per finire mi son fatto un giro sui 4 blocchi di metallo davanti all’Arcimboldi, così per vedere le facce della gente al bar di fronte gh

Cosi

Una delle prossime volte poi voglio provare un esperimento: scendere nel cortiletto interno dell’U3 e risalire utilizzando l’angolo tra i muri per fare na cosa alla “Prince of Persia”…staremo a vedere :P

Cortile

Stay tuned per ulteriori aggiornamenti :)

You were not prepared, Stramilano nerfed!

Ebbene si, la 36° edizione della Stramilano, la celebre corsa podistica milanese che si tiene una volta l’anno per le strade del capoluogo, ha visto il suo kilometraggio ridotto di 2.500 metri. Un grazie da parte delle mie gambe, una bestemmia da parte dello spirito sportivo che ha assistito senza poter far nulla ad un deturpamento del percorso sicuramente a causa di problemi e/o lamentele dovute alla viabilità durante la manifestazione. Non sono mancati lungo il percorso scene di litigi tra vigili e cittadini sprovveduti che non si sono presi la briga di informarsi un attimo prima, visto che è un anno che è fuori la data di svolgimento della Stramilano. Vabbè, as ever la mandria di podisti ha prontamente innalzato un coro di fischi ed insulti agli automobilisti infuriati, tiè :D

Per quanto riguarda le tempistiche, bè 12,5km in 1 ora e 8 minuti netti, direi ottimo risultato considerando che anche quest’anno non ho avuto occasione di prepararmi per l’evento…che vi devo dire….le mie gambe pwnano tutti :D

Il lato organizzativo invece ha lasciato veramente a desiderare. Tralasciando lo striscione alla partenza che mi sono accorto essere sempre lo stesso con il numero appiccicato di anno in anno ( -_-‘ ), sia il rifornimento a metà percorso che il ristoro al termine della corsa sono stati i peggiori mai visti fin’ora. Rimpiangerò sempre la Stramilano di 2 anni fa, con i cori esotici lungo il percorso e i limoni all’arrivo, cioè I LIMONI (chi mi conosce capirà). A sto giro, oltre al fatto che l’arrivo è stato spostato nel parco Sempione causa ristrutturazione dell’arena, non c’erano ad aspettarmi le mie plurisognate focaccine :(
Di solito ne portavo a casa tipo una decina e me ne facevo fuori 2 appena arrivato…ma niente, solo uno stand di una marca di patatine al formaggio obrobriosa (se vedete in giro degli snack al formaggio col sacchetto fatto a manto di mucca NON COMPRATELO) e le classiche mele…bah.

Che dire, speramos nell’anno prossimo :)