Blackout

Pensare, ho bisogno di pensare, sembra strano detto da me ma è così.

Son sbocciato come una farfalla e son ripiombato in bruco in meno di un anno. Non va bene.

Non farò l’esame di martedì, chiedo scusa in primis al mio compagno di stage ma non ce la faccio, l’animo non gira e la testa menchè meno (isi a novembre me li sparo tutti e due).
E da bravo bruco ora mi chiudo nel mio bozzolo per tramutarmi in qualcosa di nuovo, non farfalla no, stavolta qualcosa di duraturo…cazzo ne so fate voi.

Per quattro giorni non risponderò a squilli, messaggi, mail o quant altro. Mi spiace ma per una buona volta ho bisogno di restarmene qui, guardare dentro e riflettere.

Stacchiamo il contatore, che il Blackout abbia inizio, ci si vede martedì.

Blackout

Lock. It’s over…again

Da bravi, tornate in fondo al pozzo, siete stati fuori abbastanza a lungo. Tornate nel luogo che vi appartiene, lontano dalla luce del sole, che qua sopra fate solo male. Non so dirvi se e quando vi aprirò, ma per ora è meglio che vi assopiate, un’altra volta, per il bene di tutti.

*Click*

Turn me on

Qualcuno mi accenda, non va bene, non va bene. E’ da agosto che so ripiombato in stato “off”, non riesco a riportare l’interruttore su on, qualcuno mi dia una mano o una pedata nel culo che da solo non ce la faccio.